intimo uomo
Qualche anno fa la parola intimo era riferita soltanto alla donna. Era un mondo prettamente femminile. Con il tempo anche l’uomo si è ritagliato la sua fetta di attenzione, migliorando molti aspetti sia estetici che fisici. L’intimo per uomo non fa eccezione.

L’ intimo per l’uomo

L’uomo contemporaneo non è poco curato, come qualche anno fa ma accudisce sempre maggiormente il proprio corpo e l’abbigliamento che indossa, non solo esteriore, ma anche quello intimo. L’uomo ad oggi è capace di scegliere con molta puntigliosità l’intimo da indossare; non solo, si diverte anche a metterlo in mostra.
La comodità dell’intimo è sicuramente un requisito essenziale ma non unico, anzi. Tra numerosi tessuti, tipologie diverse, colori e tendenze, il mondo dell’intimo maschile si prospetta eterogeneo e ricco di novità: scopriamole insieme.

L’intimo maschile e lo stile per l’uomo

Siamo portati a pensare che le donne curino ogni minimo dettaglio del proprio abbigliamento, per esempio l’intimo durante un appuntamento galante, e che questa sia una prerogativa del gentil sesso: ma non è affatto così. Anche il genere maschile tende a curare in maniera molto significativa il proprio aspetto.
L’intimo maschile assume così una notevole importanza nel definire uno stile proprio dell’uomo, il quale sceglie un modello, un tessuto, un colore ed una tipologia di intimo per definire sé stesso, ma anche la situazione che lo richiede. Per esempio, boxer e slip sono due tipi di indumento intimo maschile con occasione d’uso, finalità e target molto diversi.

Boxer o slip: cosa scegliere?

Una delle più grandi distinzioni che vengono  poste nel mondo dell’intimo maschile è la seguente: boxer o slip?
Esistono uomini che scelgono una categoria piuttosto che un’altra, e non cambierebbero tipo di intimo per niente al mondo. Altri individui variano e scambiano boxer e slip a seconda dell’umore, delle esigenze, della situazione o della comodità del modello.
Il boxer è modello di intimo che, tendenzialmente, viene apprezzato particolarmente dai giovani. Questo indumento intimo prende il nome dai pantaloncini dei pugili che praticano la boxe. I boxer vengono spesso scelti  per la loro comodità, poiché chi li indossa garantisce che danno meno fastidio rispetto ad altri modelli di intimo maschile.
I boxer, inoltre, garantiscono un’aderenza molto forte ed un sostegno intimo deciso.
Molti uomini annoverano il successo del boxer al fatto che non stringe né tanto meno comprime in maniera fastidiosa chi lo indossa.
Questa sua peculiarità rende tale indumento estremamente versatile, adatto però in particolare ad eventi sportivi; ecco perché il boxer è molto diffuso tra giovani e tra gli atleti. È difficile che un boxer si pieghi durante la corsa o  che crei fastidiosi risvolti nei pantaloni o procuri disagio in chi lo indossa.
Nella scelta del boxer va però posta particolare attenzione alla taglia.  Un boxer troppo stretto risulta scomodissimo e non indossabile, mentre un boxer troppo largo non svolge le funzioni per cui questo modello è nato.
Gli slip sono invece gli indumenti intimi più tradizionali.  Sono molto apprezzati dagli uomini soprattutto perché assicurano un’aderenza molto elevata che, spesso, è sinonimo di virilità e di sensualità.
Tendenzialmente gli slip presentano un elastico superiore che li “aggancia” al bacino degli uomini, mantenendo l’indumento sospeso.
Lo slip è tornato di tendenza perché spesso, inciso o stampato sopra all’elastico, vi sono i nomi dei vari brand produttori. Sono parecchio di tendenza gli slip colorati e che presentano grafiche divertenti, simpatiche ed alla moda: nonostante ciò, lo slip bianco resta un classico che non tramonterà mai, amato soprattutto da chi indossa abiti classici ed eleganti.

L’importanza di tessuti di qualità nell’intimo maschile

I tessuti con cui sono realizzati gli slip ed i boxer per uomo sono numerosi, ma la prerogativa di un indumento intimo maschile è la qualità.
Trattandosi di capi d’abbigliamento che entrano in stretto contatto con zone intime particolarmente sensibili, è essenziale che uno slip o un boxer sia realizzato con materiali certificati, di qualità e possibilmente privi di allergeni. Non tutti gli indumenti intimi per uomo sono senza allergeni e i prodotti di qualità bassa possono provocare prurito, fastidio intimo e bruciori, se non peggio in casi più gravi.
Questa introduzione aiuta a comprendere che prima di acquistare un capo di intimo è buona norma assicurarsi che il materiale usato sia di qualità.
Quali sono dunque i materiali più sicuri nel mondo dell’intimo maschile? Sono molto consigliati la lycra, il cotone (che è decisamente traspirante ed adatto all’uso quotidiano e prolungato) e altri materiali naturali e non, ma con una ridotta percentuale di origine sintetica.
Seta e pizzo, che sono comunque abbastanza rari nel mondo dell’intimo maschile, sono due materiali assolutamente sconsigliati nella scelta di intimo se si necessità di comodità ed igiene: sono infatti quasi per nulla traspiranti.
Esistono materiali particolarmente adatti alle esigenze di chi fa sport, perché sono assorbenti: in particolare, vi sono indumenti intimi per uomo in microfibra, nylon e poliestere.
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

©2020 Tutti i diritti riservati

Log in with your credentials

Forgot your details?